Cos’è la DIVERSIFICAZIONE: perché diversificare i rischi (gli investimenti)

Il concetto di diversificazione è più comune nei mercati finanziari, ma anche negli affari tradizionali, aiuta a ridurre i rischi e migliorare i risultati. In questo articolo spiegheremmo in maniera semplice cos’è la diversificazione, a cosa serve, come applicarla e perché è importante diversificare i rischi e gli investimenti.

Indice

vediamo cos'è la diversificazione, come funziona, come applicarla e come guadagnare. Il concetto di diversificazione è più comune nei mercati finanziari, ma anche negli affari tradizionali, aiuta a ridurre i rischi e migliorare i risultati.

Cos’è la Diversificazione in parole semplici ?

Esiste una tecnica che può ridurre i rischi di investimento quasi a zero. Si tratta della diversificazione. Il termine Diversificazione deriva dalle parole latine Diversus – diverso, Facere – fare.

Distinguiamo subito due tipi di diversificazione : diversificazione dell’economia aziendale e diversificazione degli investimenti. C’è da dire però che molte aziende fanno uso di entrambi i tipi e non è esclusa la loro combinazione.

Diversificazione dell’economia aziendale

Diversificare l’economia aziendale implica lo sviluppo di nuovi tipi di produzione, l’accesso a nuovi mercati, il riorientamento verso una categoria allargata di consumatori. Tali misure sono attuate al fine di ridurre i rischi economici e ottenere ulteriori benefici. Grazie alla diversificazione dell’economia aziendale, il mercato ci offre una vasta gamma di beni e servizi.

Diversificazione degli investimenti

La diversificazione degli investimenti (diversificazione dei rischi) invece permette di investire in diversi attivi. Se tutto va bene, quando uno dei progetti di investimento porta ad una perdita di soldi, il resto dei progetti porteranno un guadagno e avremmo un profitto finale.

Le regole della diversificazione prevedono anche che il capitale venga distribuito tra beni / attivi equivalenti al fine di ridurre la probabilità di fallimento / perdita del deposito. L’effetto più grande si ottiene quando si scelgono aree promettenti. Se un uomo d’affari o un commerciante raccoglie un portafoglio di attivi senza analizzare la liquidità o altri indicatori finanziari, una crisi può coprire immediatamente tutti gli investimenti o la maggior parte di essi. In questi casi, il risultato dato dalla diversificazione può diventare negativo.

Durante la diversificazione di un portafoglio di investimento bisogna scegliere attivi che abbiamo meno cose possibili in comune. Per esempio comprando azioni bisogna prenderne di diversi prezzi, di aziende che operano in settori differenti e hanno diverse capitalizzazioni. Oltre alle azioni, per una giusta diversificazione è importante investire anche in obbligazioni che a loro volta devono essere diverse per termini e tipo ( private o di stato ).

Per poter scegliere tra diversi strumenti finanziari, consiglio di leggere quali sono i Migliori modi per investire i propri soldi.

schema diversificazione portafoglio investimenti in attivi. vediamo cos'è la diversificazione, come funziona, come applicarla e come guadagnare. Il concetto di diversificazione è più comune nei mercati finanziari, ma anche negli affari tradizionali, aiuta a ridurre i rischi e migliorare i risultati.

Perché applicare strategie di diversificazione ?

Lo sviluppo del business attraverso la diversificazione della produzione e l’allargamento della gamma di prodotti è logico. Parallelamente a questo, molte aziende perseguono anche altri obiettivi. Il primo di questi è la creazione di una rete di filiali al fine di massimizzare la quota di mercato catturato. Il secondo è la costruzione di una vasta rete di fornitori e consumatori, che saranno in grado di compensarsi a vicenda in caso di cessazione temporanea o completa della cooperazione con alcuni di essi.

Le misure per diversificare l’economia dell’azienda possono evitare una serie di aspetti negativi e parallelamente possono offrire aspetti positivi:

  • Se si verifica una diminuzione della domanda per un tipo di prodotto / servizio, questo viene prontamente sostituito da altri, più richiesti.
  • Il lavoro a spese dei soldi presi in prestito (come spesso capita nelle aziende) richiede un flusso continuo di denaro, proprio per questo è consigliabile distribuire costi / entrate per diversi progetti redditizi.
  • Compare l’opportunità di ottenere la piena autosufficienza in termini di produzione, materie prime, merci, depositi, mezzi di trasporto e altro.
  • Compare la disponibilità di aree di riserva per l’investimento del profitto corrente. Questo è da fare se non si verifica una crescita dei progetti chiave. Il proprietario potrà garantire lo sviluppo dell’azienda a spese di altri programmi.

Per quanto riguarda il mercato dei titoli e altre attività finanziarie, la diversificazione svolge il ruolo della distribuzione degli investimenti in diversi attivi. Per esempio, oltre alle già accennate obbligazioni e azioni di imprese commerciali, vengono acquistate quote di fondi comuni di investimento, immobili, valuta estera, metalli preziosi e altri beni.

Che tipi di Diversificazione esistono ?

grafico diversificazione portafoglio investimenti in attivi. vediamo cos'è la diversificazione, come funziona, come applicarla e come guadagnare. Il concetto di diversificazione è più comune nei mercati finanziari, ma anche negli affari tradizionali, aiuta a ridurre i rischi e migliorare i risultati.

Per raggiungere un alto grado di diversificazione, vengono utilizzati diversi metodi. Come risultato, un’azienda o un singolo trader possono ottenere una struttura flessibile dall’interno oppure dall’esterno. Molto dipende dal compito, dal desiderio di garantire uno sviluppo interno stabile, dalla crescita orizzontale sui mercati esteri e dall’uso di una combinazione di tecniche.

L’efficienza degli investimenti è aumentata grazie alle seguenti misure:

  • Costruzione di una pianificazione a lungo termine e un sistema di gestione stabile. Se si calcolano correttamente i processi aziendali chiave, si può fare a meno di attrarre fondi presi in prestito che portano alla comparsa di debiti.
  • Il rilascio di una gamma completamente nuova di prodotti che non si interseca con l’elenco attuale. In questo modo si aumenta il grado di presenza sul mercato, si elimina la possibilità di un forte calo delle vendite a causa della perdita di interesse verso uno dei tipi di merce.
  • Selezione di un portafoglio di investimenti che in caso di un calo del valore di uno degli attivi sia accompagnato da un aumento della liquidità di altri.
  • Lancio sincrono di diverse produzioni, fornendo una presenza in diversi settori del mercato.

Nel caso della produzione, viene spesso applicata la diversificazione geografica: l’apertura di uffici di rappresentanza e filiali. Quando si tratta del mercato Forex o della borsa, si opta per l’acquisto di attivi con le più alte prospettive di crescita nel prossimo periodo. Man mano che i tassi macroeconomici degli Stati cambiano e compaiono nuove norme legislative, il portafoglio di investimenti viene rivisto per escludere attivi con rischi maggiori.

Diversificazione Forex

La diversificazione è spesso usata dai trader Forex. Questi non devono dimenticarsi che il commercio di valuta, come qualsiasi altra attività, presenta dei rischi. La diversificazione aiuta a ridurli, rendendo il profitto indipendente dal movimento del prezzo di una sola coppia di valute.

Per diversificare i rischi su Forex ci sono alcuni metodi principali:

  1. Diversificazione in base a sistemi di trading. Prevede l’uso di diversi sistemi di trading con diversi metodi di analisi su una coppia di valute.
  2. Diversificazione in base a conti di trading. Prevede l’utilizzo di più conti di trading, più coppie di valute e più sistemi di trading. Se uno dei sistemi fallisce, le perdite sono coperte dall’altro.
  3. Diversificazione in base a strumenti finanziari. Prevede l’uso di più coppie di valute che dipendono l’una dall’altra. Poiché le coppie di valute si influenzano a vicenda, le perdite generate da una delle coppie saranno coperte dall’altra.

Per quanto riguarda il Forex, in pratica la diversificazione finanziaria richiede un approccio completo alla diversificazione del rischio che include anche l’apertura di conti con broker diversi e l’utilizzo di una strategia diversa per ciascuno di essi.

Per approfondire l’argomento consiglio di leggere cos’è il Forex, come funziona e come guadagnare.

Diversificazione dei prezzi

Questo è un’altro importantissimo aspetto per il giusto funzionamento e sviluppo delle aziende. La diversificazione dei prezzi è una di quelle che più spesso possiamo incontrare nel mondo del commercio.

Questa politica ha lo scopo di attrarre nuovi clienti. Ciò significa che i prezzi vengono modificati dal produttore (venditore) a seconda del contingente dei consumatori.

Esistono diversi metodi di differenziazione dei prezzi:

  • Sconti sui beni di consumo per i consumatori a basso reddito
  • Prezzi speciali ridotti (tariffe basse) per i consumatori all’ingrosso. Ad esempio, riduzione delle tariffe elettriche per le industrie ad alto consumo energetico
  • Formazione di prezzi gonfiati per prodotti o servizi di marca. Ad esempio, i prezzi nei negozi di classe economica differiscono molto dai prezzi nei saloni di lusso di marchi noti
  • Gradazione dei prezzi a seconda dell’obsolescenza dei beni (servizi). Ad esempio, sconti nei negozi di abbigliamento per le collezioni della scorsa stagione e un aumento dei prezzi per i nuovi modelli

Strategie di diversificazione

Nonostante l’esistenza di certi tipi di diversificazione, raramente vengono utilizzati nella loro forma “pura”. Generalmente, viene sviluppata un’intera strategia che consente di rispondere dinamicamente ai cambiamenti nei mercati finanziari, delle materie prime, della produzione, introdurre ed escludere attivi dalla circolazione.

Le strategie di diversificazione più comuni sono:

  • Diversificazione Concentrica (correlata). In un’azienda esistente, vengono identificate le possibilità per la creazione di nuovi tipi di beni / servizi. Quest’ultimi generalmente devono essere diversi dai prodotti principali, ma usano le stesse risorse per la produzione.
  • Diversificazione Orizzontale. Lo sviluppo della produzione attuale, la crescita della linea di prodotti e l’introduzione di nuove attività. Questa strategia è considerata la meno rischiosa.
  • Diversificazione Conglomerale. Creazione di filiali impegnate in differenti tipi di attività (rispetto alla società principale). A volte questo si esprime come l’emergere di diverse aziende(operanti in settori differenti) con un solo fondatore.
  • Diversificazione Verticale. Si ha quando l’azienda destina a se stessa la nuova produzione. Generalmente si cerca di sviluppare le proprie capacità nei successivi passi della produzione. Per esempio un’azienda che produce stoffa decide di cominciare a produrre anche vestiti da vendere poi con il proprio marchio.

Nella maggior parte dei casi le varie strategie vengono combinate perché ogni impresa o trader ha necessità differenti, quindi non ha senso applicare metodi universali a nessuno di essi. È più redditizio sviluppare un proprio piano di sviluppo e seguirlo durante la pianificazione.

Conclusioni

La diversificazione è importante sia per le aziende che per gli investitori privati. Rispettando le regole della diversificazione si riesce ad ottenere uno sviluppo più rapido e si minimizzano i rischi di fallimento. Sia gli investitori esperti che quelli principianti devono imparare a diversificare bene per avere maggiori possibilità di guadagno.

Seguici sui Social